CERTIFICAZIONI BIO, ISO, HACCP

Nei consumatori di oggi si è instaurata una consapevolezza maggiore riguardo a quella che è un’alimentazione sana e attenta, soprattutto grazie alla quantità di informazioni reperibili tramite il web. Di fatto il consumatore ha un occhio più attento su l’uso dei pesticidi nel cibo, i famosi OGM nell’alimentazione industriale e di massa, una scelta accurata di quelli che sono gli alimenti stagione per stagione. Insomma, gli elementi che vengono presi in considerazione sono tanti. Per non parlare di come gli alimenti vengono trattati, con quali macchine, e da chi soprattutto vengono trattati, poiché il consumatore ha sempre bisogno di figure di fiducia e di riferimento, che hanno imparato a conoscere, poiché dietro ogni prodotto c’è sempre una persona o un team di persone. La qualità è diventata cardine.

In questo contesto, in particolare quello trattato da noi Farinanti, parliamo di certificazioni BIO, ISO e HACCP, certificazioni importanti e che sono imprescindibili. Ma andando con ordine, spieghiamo brevemente cosa sono.

CERTIFICAZIONI BIO

Nel corso degli anni, il BIO è diventato inflazionato e se proprio lo vogliamo dire una moda sempre più diffusa nel settore alimentare. Ma ciò non toglie che i dubbi al riguardo sono tanti, sia dalla parte dei consumatori che dalla parte dei produttori. Ovvio, il consumatore pensa che il BIO sia legato ad un metodo artigianale di coltivazione o allevamento, legato ai mercati locali e che sia più salutare rispetto a quelli non BIO. In realtà per essere “Biologici”, bisogna rispettare tutta una serie di processi e normativi che sono dettati dall’Unione Europea. E di fatto è questa la vera definizione per il “BIO”, ovvero tutto il processo di produzione, ove le regole sono: Niente OGM o organismi geneticamente modificati, niente uso di sostanze chimiche come pesticidi, fertilizzanti chimici e antibiotici nel campo dell’allevamento, l’uso di fertilizzanti e sostanze naturali, la rotazione stagionale delle colture, la difesa contro i parassiti con mezzi naturali o anche di origine animale o minerale (previa autorizzazione da regolamento CE), utilizzo e salvaguardia di insetti utili e la copertura del terreno con erba fresca (o fieno) per isolarlo termicamente, inibendo le erbacce infestanti.

CERTIFICAZIONI ISO

La certificazione ISO è la gestione dei sistemi di qualità riconosciuta a livello mondiale. Tale certificazione definisce i requisiti dei sistemi di gestione della qualità nei luoghi di lavoro, gli standard che ci devono essere e il rispetto delle regole definite dall’International Accreditation Forum (IAF) e dall’International Organization for Standardization (ISO).

Dietro a questa certificazione, che non è facile da ottenere, vi sono determinati benefici sia etici che economici, questo perché evidenzia e valorizza l’impegno profuso dall’azienda nel rispetto dei clienti, aumentando gli standard di sicurezze e produzione che partono non solo dagli alimenti ma anche dalle macchine che li producono, permette alle aziende nei concorsi e bandi pubblici di emergere di più rispetto ai concorrenti senza, aumenta il valore di mercato dell’azienda o dall’artigiano stesso, si hanno sgravi assicurativi sull’INAIL e migliora il processo di produzione anche nel rispetto delle condizioni di lavoro di artigiani e dipendenti.

CERTIFICAZIONI HACCP

Molti consumatori si chiedono cosa sia l’HACCP, ebbene, rispondendo a questa domanda, la definizione più corretta è: sistema di autocontrollo igienico nei pubblici servizi e nelle industrie alimentari. Per chi tratta alimenti e lavora nell’alimentare è fondamentale. Di fatto bisogna garantire che tutto l’iter che va dalla preparazione alla fornitura di tale prodotto, siano tutti quanti effettuato in maniera igienica e sicura. Ovviamente ciò è fatto per garantire la salute e la sicurezza del consumatore e avere così un buon controllo su quelli che sono agenti esterni di contaminazione e ovviamente il naturale decadimento degli alimenti trattati.

Ovviamente il nocciolo di questa metodologia che è l’HCCP è l’individuazione dei punti critici di tutte le fasi, il monitoraggio e la gestione dei CCP, tenere il punto sugli indicatori come temperatura, il PH il tempo ecc.

Il vantaggio è che l’impegno della società, azienda o organizzazione va ben oltre a quello che è il rispetto delle norme vigenti dalla legislazione, garantendo sempre un prodotto comunque igienico, sicuro e salutare. Il tutto, previene quelli che possono essere problemi che possono insorgere alla salute dei consumatori e soprattutto la tutela di chi manipola o produce gli alimenti che ogni giorno ci ritroviamo sulla nostra tavola.

COSA PROPONIAMO NOI FARINANTI

Grazie alle nostre collaborazioni attive e all’impegno che profondiamo nell’aiutare i nostri consociati, I Farinanti propone un pacchetto completo di queste certificazioni, erogati e garantiti dalle società CNA e Confindustria.

Queste due società sono una garanzia, poiché di fatto i loro corsi e le certificazioni fatte tramite questi due enti, hanno un valore aggiunto.

I Farinanti dà la possibilità di scelta tra questi due prestigiosi enti, in modo tale che il consociato possa avere una scelta più ampia e possa rispecchiarsi nella realtà che più gli da fiducia.

CONTATTACI